Rest in peace David

Venerdì scorso ha deciso di uscire da questo presente anomalo nel quale riusciva mirabilmente a rispecchiarci, noi troppo assuefatti dal viverlo, noi spesso troppo distratti per accorgerci delle sue distorsioni.

Ho cercato fino a ieri sera qualsiasi accenno ulteriore ad un possibile perchè che poi non sarebbe mai completamente comprensibile o spiegabile.

Mi è tornata in mente l’espressione della libraia quando acquistai Infinite Jest, non immaginavo neanche lontanamente le dimensioni fisiche del libro, come non potevo immaginare l’attrazione costante che sarebbe rimasta viva fino all’ultima pagina.

La newsletter n. 34 di minimum fax riflette completamente lo smarrimento per l’accaduto.

Se non conoscete David Foster Wallace vi consiglio un assaggio scritto dopo l’11 settembre 2001.

Conseil Comunicazione – Andrea Ferrato

0 Responses to “Rest in peace David”



  1. Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger cliccano Mi Piace per questo: